Spot radiofonici: come stimolare l’ascoltatore e spingerlo a contattarti?

Ascoltare la radio è la cosa più vicina alla lettura. Come il libro, la radio racconta suggerendo, offre spunti sui quali si mette in gioco la fantasia. (Tommaso Labranca)

Molte persone credono che la radio sia uno strumento di marketing “superato” e hanno scelto di non investire in annunci radiofonici. Come sempre, le scelte di marketing in azienda dipendono da moltissime variabili, ma prima di decidere dove investire il budget pubblicitario hai guardato le statistiche di ascolto radiofonico?

Soltanto nel primo trimestre del 2019, il Tavolo degli Editori Radio (TER) ha stimato una media giornaliera di ascoltatori di quasi 35.000 persone, con una durata media dell’ascolto pari a 200 minuti al giorno: non male per uno strumento considerato ormai sorpassato, non credi?

Se ci pensi bene, ci sono diverse situazioni in cui ogni giorno le persone si ritrovano ad ascoltare la radio: in macchina, in autobus, nei negozi, mentre si fa sport, nelle sale d’aspetto di molti professionisti. Insomma, un annuncio radiofonico può farti raggiungere molte più persone in target con i tuoi prodotti o servizi rispetto a quello che credi!

Questo, però, può avvenire a patto che la tua pubblicità per la radio sia strutturata nella giusta maniera: devi riuscire a catturare l’attenzione dell’ascoltatore e spingerlo a compiere un’azione. Oggi, quindi, voglio spiegarti come rendere memorabile il tuo annuncio e quali sono le “chiamate all’azione” più efficaci per il tuo spot radiofonico.

La voce umana è il più bello strumento che esista, ma è anche il più difficile da suonare (Richard Strauss)

Coronavirus, ricerca GfK: gli italiani non rinunciano alla radio: come stimolare l’ascoltatore e spingerlo a contattarti?

Contattaci

Per richiesta informazioni relative ai nostri servizi

Indirizzo:

via Pier Paolo Pasolini, 2/A
33040 Pradamano UD Italia

P.I. 01246260309

Telefono:

Tel. 0432 511012

Fax 0432 504315

Numero Verde 800-328500

Orario:

Lun-Ven 9.00 – 17.00